Intestino pigro

Intestino pigro in vacanza: la stipsi del viaggiatore

Pubblicato il 4 agosto 2021
Indice:

Durante le vacanze estive ci si può trovare a dover combattere contro fenomeni di stitichezza occasionale, nota anche come stipsi del viaggiatore: si tratta di un problema intestinale particolarmente fastidioso che, se non curato adeguatamente, potrebbe rovinare il periodo di relax e di meritato riposo.

Cos'è la stipsi del viaggiatore?

In vacanza l’equilibrio e la regolarità intestinale possono essere pesantemente compromesse dalle nuove abitudini che vengono assunte fuori dalla routine: i nuovi ritmi e una alimentazione meno genuina e controllata possono portare a soffrire della stipsi del viaggiatore, ovvero un particolare tipo di stitichezza che si verifica occasionalmente e solo nei periodi in cui ci si trova lontani da casa.

La stitichezza da viaggio è un disturbo molto comune quando si trascorre un periodo di vacanza o quando ci si trova lontani dalla propria abitazione e si segue una nuova routine. Soffrire di stitichezza in vacanza comporta alcuni fastidiosi disturbi, che possono rovinare un periodo di relax e riposo, tra cui:

  • Senso di pesantezza e gonfiore, specialmente nella zona del basso ventre;
  • Dolori addominali accompagnati, talvolta, da crampi;
  • Mal di testa e irritabilità.

I primi due disturbi si verificano a causa di un rallentato transito intestinale legato ad una riduzione della peristalsi: infatti, la disidratazione che si può verificare durante le afose giornate estive, può ostacolare la regolare contrattilità della muscolatura della parete intestinale. La stipsi del viaggiatore può, in alcuni casi, essere d’ostacolo ad un riposo sereno e tranquillo sia a causa della preoccupazione psicologica che può provocare sia per il dolore addominale che talvolta l’accompagna.

Perché si verifica la stitichezza in vacanza?

Affrontare un viaggio, breve o lungo che sia, significa accettare di modificare almeno in parte le proprie abitudini e, spesso , anche il tipo di alimentazione. Questo può comportare dei disturbi intestinali, tra cui la stipsi del viaggiatore. Le cause della stitichezza possono differenti:

  • Alterazione della routine: durante un viaggio i ritmi fisiologici possono essere fortemente compromessi, portando ad un cambiamento dell’orologio biologico che sovrintende anche alla motilità intestinale;
  • Disidratazione: l’assunzione di una quantità insufficiente di liquidi può provocare un livello di disidratazione all’origine di sintomi e disturbi funzionali , tra cui il rallentamento dei ritmi intestinali e la produzione di feci molto disidratate, compatte con conseguente difficoltà evacuativa.
  • Alimentazione povera di fibre: durante le vacanze si è naturalmente portati a seguire un’alimentazione meno equilibrata e “togliersi qualche sfizio” culinario. Allo stesso tempo, assumere dei cibi poveri di fibre o ridurre la verdura dalla propria dieta, può ulteriormente favorire il fenomeno della stipsi.

La stitichezza in vacanza può, in alcuni casi, impedire di godersi il relax e il meritato riposo; tuttavia, è possibile porvi rimedio in maniera definitiva seguendo alcuni accorgimenti.

Quali sono i rimedi per la stipsi del viaggiatore?

  • Svolgere attività fisica regolarmente: sebbene durante le vacanze si sia tentati di trascorrere le giornate in maniera più sedentaria, è fondamentale assicurarsi di camminare con regolarità. Una corsa sulla spiaggia, una nuotata o un’escursione in montagna possono essere valide soluzioni per aiutare a combattere la stipsi del viaggiatore.
  • Alimentazione sana ed equilibrata: è fondamentale impegnarsi ad assumere la giusta quantità di fibre quotidiane. La frutta e la verdura di stagione possono essere un prezioso aiuto per combattere l’intestino pigro in vacanza.
  • Bere molta acqua: le temperature elevate e un’alimentazione poco equilibrata possono portare le persone ad una parziale disidratazione. Per questo è fondamentale assicurarsi di assumere una quantità adeguata di liquidi, preferibilmente di acqua, durante la giornata. Da questo punto di vista si ricorda che il fabbisogno giornaliero può variare in base a numerosi fattori, ma è preferibile assumere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Infine, è opportuno ricordare quanto sia importante ascoltare il proprio corpo anche durante le vacanze: l’intestino, infatti, è un organo molto sensibile allo stress e il suo regolare funzionamento può essere favorito da uno stile di vita rilassato e quanto più equilibrato possibile.

Come prevenire l'intestino pigro in vacanza?

Prima di partire per le vacanze estive è opportuno prepararsi per prevenire fastidiosi disturbi, come quello dell’intestino pigro o la pancia gonfia . Per evitare di trovarsi in questa situazione – e poter trascorrere delle serene giornate, godendosi appieno il relax meritato – si suggerisce, ove possibile, di praticare regolarmente attività fisica e consumare, durante il viaggio, frutta e verdura, così da mantenere un’alimentazione sana anche durante gli spostamenti e favorire il buon funzionamento dell’intestino.

Acqua_fonte_Essenziale_1024x768

Assumere la giusta quantità di acqua, cominciando da appena svegli: quando dormiamo, solitamente per otto ore, il nostro organismo non si idrata ed è quasi sempre il periodo della giornata più lungo senza assunzione di liquidi. Idratarsi in maniera adeguata è certamente uno dei metodi più efficaci per evitare la stitichezza in vacanza; se poi l’acqua che beviamo è ricca di minerali in particolare di magnesio e solfati aiutiamo naturalmente il corretto funzionamento intestinale.

Per questo motivo si consiglia di bere Fonte Essenziale, che per le sue caratteristiche minerali (ricca di magnesio), aiuta a prevenire e combattere efficacemente la stipsi del viaggiatore: per ottenere il massimo risultato dal prodotto si consiglia il consumo di due bicchieri d’acqua al giorno, preferibilmente al mattino, a temperatura ambiente e a digiuno.

In Breve

  • I nuovi ritmi e una alimentazione meno genuina e controllata possono portare a soffrire della stipsi del viaggiatore.
  • Disidratazione e dieta povera di fibre sono le cause principali.
  • Fare attività fisica e ricordarsi di bere molta acqua possono aiutare a combattere questo fenomeno.
  • Fonte Essenziale aiuta a prevenire e combattere efficacemente la stipsi del viaggiatore.

Leggi anche:

Senso di pesantezza

Due bicchieri al giorno per sentirsi più libere. Un rituale quotidiano per il proprio benessere.

Fonte Essenziale è un’acqua minerale di origine termale, ricca di proprietà che aiutano a sentirsi…

Leggi
Intestino pigro

Il ruolo dell'attività fisica contro gonfiore, costipazione e stitichezza.

Attività fisica e benessere dell'intestino procedono di pari passo. Non c'è bisogno di prepararsi a…

Leggi

Privacy Preference Center

Funzionali

I cookie funzionali aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

PHPSESSION,

Performance

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gat_gtag_UA_61742592_2,_gid

Profilazione (terze parti)

i cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. Questi cookie sono di terze parti che dietro concessione del cliente, operano nella profilazione dell'utente.

GPS, PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC
GPS, PREF, VISITOR_INFO1_LIVE, YSC

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Are you sure?

By disagreeing you will no longer have access to our site and will be logged out.